LE RAFFINATE PORCELLANE DI MARGRIETA JELTEMA

 

MARGRIETA JELTEMA approda alla lavorazione della porcellana dopo anni dedicati alla scrittura, alla pittura ed altre forme d’arte. Per Margrieta scoprire la porcellana e le sue potenzialità è stata una rivelazione, come è stato per me una rivelazione conoscere queste creazioni in porcellana, così raffinate, luminose e dai delicati giochi cromatici.

L’originalità di Margrieta sta nel lavorare la ceramica come fosse carta, trasferendole le qualità stesse della carta: le ciotole sono stropicciate tanto da sembrare fiori di carta le tazze sembrano fogli spiegazzati. 

Il suo estro e la sua creatività vanno ben oltre la semplice lavorazione della porcellana. Siamo di fronte ad una profonda riformulazione e rielaborazione delle potenzialità estetiche e materiche della bianca porcellana che MARGRIETA JELTEMA piega, lavora e rilavora, stende, deforma e maneggia profondamente per andare oltre i limiti stessi della materia.

Piccole opere d’arte che attraverso un elevato senso estetico raccontano un mondo di bellezza e immaginazione. 

Se volete vedere da vicino questi piccoli capolavori vi consiglio di visitare la mostra “A MILANO C’E’ IL MARE” presso il Laboratorio/Spazio Nibe.

 INFO MOSTRA:

“A MILANO C’E’ IL MARE” SPAZIO LABORATORIO NIBE, via Camillo Hajech, 4 Milano.

Durata mostra: 22 novembre-21 dicembre 2012 Orari: lunedì-sabato 15.00/19.00   7-8 dicembre chiuso

Valentina Capitano

Annunci