ARTISAN CORNER PUNTA AL RECUPERO DELL’OGGETTO GUCCI

Gucci è rinomata in tutto il mondo per la sua impeccabile artigianalità italiana e la sua combinazione unica di tradizione nel lusso e autorità nel campo della moda. Gucci è stata fondata a Firenze nel 1921 e il suo iconico stile Made in Italy è diventato sinonimo di eleganza, raffinatezza e desiderabilità. Il Made in Italy è parte integrante dell’essenza di Gucci e va ben al di là di un semplice slogan. Si tratta di un approccio culturale, di un know-how costruito di generazione in generazione e di un’autentica missione che ha permesso a Gucci di diventare uno dei marchi della moda di lusso più desiderati al mondo. Anche oggi, come novant’anni fa quando Guccio Gucci creò la sua prima borsa di pelle, Gucci è strettamente legata alla Toscana.  Sin dall’apertura del suo primo laboratorio a Firenze in via delle Caldaie e durante l’espansione negli anni ’70 e ’80 nella nuova sede di Casellina, fuori Firenze, il marchio ha continuato a coltivare il suo stretto rapporto con il territorio di origine. Oggi, la produzione Made in Italy di Gucci, unita a una forte responsabilità sociale nei confronti dei suoi dipendenti, garantisce che il 100% della pelletteria, delle calzature e dell’abbigliamento di Gucci, vengano ancora prodotti nei laboratori fiorentini, che danno lavoro a 45.000 persone nella sola Italia, oltre ai dipendenti della stessa Gucci. Questa tradizione artigianale, tramandatasi di generazione in generazione, continua a essere grande motivo di orgoglio per Gucci e ha contribuito molto al suo posizionamento come leader mondiale nel settore del lusso.

L’Artisan Corner è un nuovo evento che porta l’esperienza artigianale fiorentina di Gucci nella lavorazione della pelle direttamente nel negozio Gucci più vicino al cliente.
Nel corso dell’anno, gli artigiani Gucci viaggiano in tutto il mondo per far tappa in alcuni negozi Gucci selezionati per sedersi al banco di lavoro in laboratori creati su misura, dove assemblano e rifiniscono alcune delle borse più iconiche del marchio come la borsa Bamboo, la New Jackie, la New Pelham e la G Wave.

Quest’iniziativa offre una panoramica esclusiva delle storiche tradizioni di Gucci ai clienti che possono essere testimoni in prima persona della straordinaria artigianalità della produzione di ogni articolo della collezione della pelletteria Gucci: gli artigiani cuciono a mano le tracolle, assemblano i manici in bambù, preparano strisce di pelle per intrecciare e realizzare le impunture e imprimono a mano le iniziali del cliente durante gli eventi.

Il tour dell’Artisan Corner è partito da Napoli nel 2009 e da allora ha già girato il mondo visitando Giappone, Stati Uniti ed Europa. Per celebrare il tour, vengono organizzati eventi su invito all’interno dei punti vendita, dove l’esposizione di mood board e schizzi offre punti di vista affascinanti sullo sviluppo dei prodotti in pelle Gucci, a partire dal tavolo da disegno per arrivare ad evolversi nel prodotto finito. Inoltre, esclusivi filmati d’archivio mostrano gli artigiani Gucci all’opera nel corso degli anni, evidenziandone le abilità tramandate di generazione in generazione.

Oggi, i maestri calzolai di Gucci si uniscono all’Artisan Corner per mostrare il proprio lavoro e le sofisticate tecniche che caratterizzano il processo di produzione delle calzature da uomo Gucci. I clienti potranno osservare personalmente la meticolosa attenzione al dettaglio e l’eccellente arte manifatturiera che caratterizzano la produzione di ogni articolo del marchio.

Gli artigiani calzolai si focalizzeranno su due rinomati modelli Gucci – il Mocassino Legend e la Scarpa Made To Order Anton. Caratterizzato dall’iconico morsetto in metallo, il Mocassino Legend ha un’unica costruzione tubolare che richiede eccezionali abilità manuali. Solo pochi selezionati artigiani possiedono l’expertise per questa complessa operazione: il processo consiste nella creazione di una specifica parte tubolare che racchiude tutto il piede, lasciando scoperta solo la tomaia alla quale viene cucita la parte tubolare. In questa costruzione la soletta è assente, così che la scarpa risulti leggera, flessibile e confortevole.

La calzatura Made To Order Anton è caratterizzata dalla speciale manifattura della suola, l’utilizzo di pellami eccezionalmente morbidi e la spalmatura per l’applicazione del colore. Durante l’Artisan Corner, gli artigiani mostreranno il processo di spalmatura del colore che permette di ottenere il particolare effetto “chiaroscuro” che definisce tonalità e sfumature di ogni scarpa.

Le calzature acquistate in quest’occasione potranno essere  personalizzate dal maestro artigiano con una placca in metallo su cui saranno incisi luogo e data.

La Redazione

Annunci